fbpx

Come i Social Media Manager dei maggiori e-commerce utilizzano lo storytelling

Nelle loro strategie branding per gli e-commerce i Social Media Manager utilizzano lo storytelling. I grandi marchi utilizzano questa strategia da anni, nella consapevolezza che le persone non comprano solamente prodotti, ma soprattutto storie.

Storytelling: la strategia dei migliori Social Media Manager

Se la Coca-Cola vende felicità, la Apple curiosità e la Nike fiducia è merito di esperti Social Media Manager e specialisti Marketing che hanno costruito un’immagine del brand efficace e una storia dietro questa immagine. La chiave per il successo di una campagna Social Media Marketing è la narrazione. Un profilo social media che pubblica costantemente post di sponsorizzazione prodotti non riuscirà a creare un coinvolgimento affettivo da parte del potenziale cliente. Un cliente interessato al prodotto sarà maggiormente invogliato ad acquistarlo se sentirà un coinvolgimento affettivo nei confronti del brand, ma questo coinvolgimento è possibile solamente se conosce la storia, i valori e gli aspetti di quel prodotto che non sono immediatamente visibili.

Come iniziare a fare Storytelling sui social

Per creare lo storytelling un Social Media Manager deve procedere da alcune domande che definiranno il Buyer Persona del prodotto che si vuole mostrare:

  • Che età hanno i compratori di questo prodotto?
  • Quali sono le loro condizioni socioeconomiche?
  • Quali sono i principali interessi del target?

Diventa necessario porsi queste e molte altre domande sul proprio target di utenti prima di iniziare concretamente a far lavorare la fantasia!

Una volta individuati i principali interessi del tuo pubblico arriva il momento di mettere sul campo tutte le idee che hai a disposizione. Non copiare mai idee dagli altri, perché saranno proprio le novità ad interessare maggiormente il tuo pubblico.

Se qualcuno scrivesse ora un libro su un giovane ragazzo che si iscrive ad una scuola di magia, l’idea non avrebbe successo. Infatti tutti hanno già come riferimento mentale per questa storia il celebre mago Harry Potter. L’idea è vincente, ma già utilizzata e quindi “scaduta” per nuovi possibili mercati.

Elementi essenziali per lo Storytelling

Per iniziare ad impostare lo storytelling come Social Media Manager comincia preparando un piano editoriale coerente, cioè organizzato secondo precise specifiche:

  • Il tuo pubblico deve seguire passo dopo passo la storia del tuo brand. Perciò dai appuntamenti per aspettare il seguito della tua storia.
  • Crea un punto di riferimento all’interno della tua storia. Ad esempio se hai deciso di narrare la storia del brand il tuo riferimento sarà il marchio, se invece decidi di inserire un personaggio ricorrente sarà lui il tuo focus per richiamare l’attenzione.
  • Utilizza un hashtag ricorrente che esprima in un paio di parole il sunto di ciò che il brand vuole esprimere.
  • Presta molta attenzione alla coerenza visiva!

Le immagini con cui racconterai la tua storia saranno gli elementi che più di tutti cattureranno il tuo pubblico. Per questo motivo è importante che tu gestisca una comunicazione con un’immagine coordinata. Sviluppa una grafica che ti accompagni per tutti i post che andrai a realizzare per quel brand. In questo modo chi scorrerà la home del suo social network riconoscerà immediatamente l’aspetto grafico dei tuoi post e renderai il tuo marchio riconoscibile.

Scegli con cura le parole che chiuderanno e apriranno i tuoi post, perché saranno quelle più importanti:

  • Le parole con cui un post inizia non solo sono le prime ad essere lette, ma sono anche quelle che spingono alla lettura del resto! L’anteprima solitamente riguarda le prime 3 righe scritte del post. Perciò cerca di dare il meglio della tua creatività all’inizio del testo incuriosendo il lettore.
  • La frase conclusiva dei tuoi post sarà quella che rimarrà nella mente del cliente più a lungo in seguito alla lettura del post. Per questo ti suggeriamo di scegliere uno slogan ricorrente, che permetta al tuo pubblico di riconoscere il marchio, ma soprattutto di ricordarlo!

Creare storie sui social media è uno dei compiti più importanti del Social Media Manager, ma non solo. Si tratta di uno degli aspetti più creativi e allo stesso tempo impegnativi di questo lavoro, perché richiede sia tempo, che spiccate doti nella creazione da zero di contenuti visivi e scritti.

Se vuoi diventare un Social Media Manager aziendale esperto, capace di gestire al meglio la comunicazione di importanti brand internazionali dai un’occhiata ai nostri Corsi Social Media Marketing per professionisti! Da anni aiutiamo aziende e privati a scoprire tutti i segreti per aumentare la visibilità di un brand sui canali social come Facebook, Instagram, Pinterest e Linkedin.

>>>Scopri di più nella sezione Corsi<<<

7 skills fondamentali per un Social Media Manager

Il Social Media Manager è un lavoro per cui occorre avere delle forti capacità di multitasking. É una figura che deve avere a che fare con diverse realtà aziendali contemporaneamente, sia che si tratti di un freelance, sia che lavori presso un’agenzia di web marketing. Hai letto il nostro articolo su come diventare un Social Media Manager e ora vorresti approfondire l’argomento? Andiamo a scoprire allora le 7 skills fondamentali per un Social Media Manager!

1. Deve mangiare pane e organizzazione per colazione

Il Social Media Manager non può permettersi di essere disorganizzato. I gestionali creati per l’organizzazione dei piani editoriali sono dei validi aiuti, ma non sono sufficienti per fare un ottimo lavoro nella gestione dei social media aziendali. Per questa ragione il Social Media Manager deve avere un controllo totale non solo di diversi social media, ma anche dei diversissimi contenuti che afferiscono alle varie aziende clienti.

2. Non può rinunciare alla creatività

Il Social Media Manager ideale è un artista o un artista mancato! La creatività deve essere una delle sue qualità perché deve dare vita ad un concerto di testi e immagini accattivanti, che incentivino il possibile cliente a scoprire di più sull’azienda. Per farlo è necessario avere una qualità molto vicina alla fantasia, quella della creatività. Ovvero il talento di partire da un servizio o prodotto dato e creare un contenuti nuovo e interessante sviluppandone gli aspetti più curiosi.

3. Deve avere una forte intelligenza emotiva

Per raggiungere il cuore delle persone è necessario che il Social Media Manager abbia una forte intelligenza emotiva. Si tratta di una delle 9 forme di intelligenza esistenti, che permette di provare empatia nei confronti di persone e animali. Un Social Media Manager che lavora con il cuore e con questo particolare tipo di intelligenza, riuscirà a creare contenuti che coinvolgono emotivamente il tuo pubblico.

4. Il Social Media Manager non si deve mai fermare nella ricerca…

Pochi lavori necessitano di un aggiornamento continuo quanto il Social Media Manager. I canali social come Facebook, Instagram o LinkedIn effettuano continuamente aggiornamenti degli algoritmi. Perciò è importante che questa figura sia estremamente curiosa e volenterosa di imparare le novità legate al suo campo lavorativo. Oltretutto la curiosità è essenziale anche per l’acquisizione di nuove strategie. All’interno dei diversi social media è infatti importante utilizzare le migliori strategie per incrementare la visibilità aziendale.

5. Conosce le regole di scrittura

Chiarezza, capacità di sintesi, scrittura snella e interessante. Queste sono le principali caratteristiche che deve avere un Social Media Manager che si rispetti. Infatti l’attenzione del tuo pubblico sulle piattaforme come Facebook o LinkedIn passa innanzitutto attraverso testi e immagini, e qui arriviamo alla sesta skill…

6. Deve masticare un po’ di grafica per il web

Un ottimo Social Media Manager non può prescindere dalla cura della grafica per i canali social. Infatti, alcuni programmi come Canva, possono aiutare questa figura lavorativa a generare una grafica coerente con il marchio aziendale. Lo studio della grafica che viene svolto all’interno dei corsi per diventare Social Media Manager prevede alcuni insegnamenti specifici. Ad esempio sarà essenziale inserire il logo aziendale in ogni immagine utilizzata e mantenere colori in linea con l’immagine dell’azienda.

7. Deve riuscire ad analizzare i dati dei canali Social

La gestione delle pagine social media aziendali è efficace solamente quando c’è un’attenta analisi dei risultati e dei comportamenti dei followers. Il Social Media Manager deve saper analizzare i dati insight e creare i report riguardanti l’andamento delle pagine. In questo modo è possibile anche dimostrare il ROI e permettere al cliente di avere una panoramica sull’andamento delle proprie pagine social.

Queste sono le 7 skills fondamentali per un Social Media Manager, che comportano una formazione specifica e mirata. Per questo abbiamo avviato i nostri corsi Facebook, Instagram, LinkedIn e Pinterest nati per formare tutti coloro che desiderino intraprendere la carriera del Social Media Manager aziendale. Cosa aspetti a buttare un occhio sui nostri corsi?

#iguru_soc_icon_wrap_5f9914ff5cffa a{ background: transparent; }#iguru_soc_icon_wrap_5f9914ff5cffa a:hover{ background: transparent; border-color: #f9871f; }#iguru_soc_icon_wrap_5f9914ff5cffa a{ color: #acacae; }#iguru_soc_icon_wrap_5f9914ff5cffa a:hover{ color: #ffffff; }#iguru_soc_icon_wrap_5f9914ff5d11a a{ color: #ffffff; }#iguru_soc_icon_wrap_5f9914ff5d11a a:hover{ color: #f9871f; }.iguru_module_social #soc_icon_5f9914ff5d13f1{ color: #ffffff; }.iguru_module_social #soc_icon_5f9914ff5d13f1:hover{ color: #f9871f; }.iguru_module_social #soc_icon_5f9914ff5d1562{ color: #ffffff; }.iguru_module_social #soc_icon_5f9914ff5d1562:hover{ color: #f9871f; }.iguru_module_social #soc_icon_5f9914ff5d1673{ color: #ffffff; }.iguru_module_social #soc_icon_5f9914ff5d1673:hover{ color: #f9871f; }